di: Costa dei Trabocchi BIKE

LE TORRI DI AVVISTAMENTO LUNGO LA RETE CICLABILE

Fra storia e uso oggi

Testimonianze dei passaggi della storia, presenti lungo tutto il litorale abruzzese. Alcune perfette, altre che sono lì con pochi tratti rimasti in piedi. Ecco dove sono quelle lungo la Via Verde della Costa dei Trabocchi.

Vista mare, non solo castelli

Siamo nella metà del 1500 quando Pedro Afan De Ribera, duca di Alcalà, decide che anche le coste abruzzesi debbano essere dotate di un sistema difensivo costituito da torri di avvistamento. Non solo per l’osservazione del mare, dunque, con la minaccia turca sempre incombente, ma anche con funzione di difesa, essendo dotate di guarnigione e armamenti. Lungo la Rete Ciclabile dei Trabocchi rimangono degli esempi: poco di Torre Mucchia, i ruderi di Torre Moro e la torre al porto di Vasto che, curiosità della storia, è inglobata nel punto radar della Marina militare. Insomma, anche torri a non solo Castelli lungo la Rete Ciclabile dei Trabocchi

Torre con la campagna intorno

Resti di Torre Mucchia (Foto: searchgo.it)

Di Torre Mucchia rimane poco. Si intuisce la forma di questa struttura che oggi si trova lungo una deviazione lato mare lungo il Percorso Zero, all’intersezione fra via Lido Riccio e la Strada provinciale 58. Inglobata in strutture intorno, si trova lungo una via senza uscita, in ambientazione di campagna.

La torre con l’anello per il cavallo

Ciò che rimane di Torre Moro (Foto di Alessandro Ricci)

Di Torre Moro, che prende il nome trovandosi alla foce dell’omonimo fiume, rimane davvero poco. La si trova lato monti passando sul ponte ciclopedonale in prossimità di Punta Acquabella.

Volendo, se le condizioni della vegetazione lo permettono, si può scendere per vederla da vicino, seguendo un sentiero alla fine del ponte, lato sud. Si intuisce la forma quadrata, di circa 12 metri per lato. Era a due piani e vi si accedeva tramite una scala retrattile ed era dotata di armamenti per respingere gli attacchi. Su un lato della torre, oggi a terra, rimane sul muro l’anello che serviva per legare il cavallo.      
 

La torre radar

Torre e faro a Punta Penna (Foto noivastesi.blogspot.com)

"Si ergevano due di quelle riquadrate ben alte torri, che al numero di 366 furono innalzate dal Vicerè Pietro di Toledo nel 1557, o dall'altro Vicerè Duca d'Alcalà nel 1570, a fin d'impedir le depredazioni de' Corsali Turchi: le nostre, per le contrade in cui stavano, i nomi avevano di Torre Sinello e di Torre Penna”.

Così raccontano le cronache del tempo: della prima torre rimane traccia nel toponimo in zona, contrada Torre Sinello per l’appunto, mentre quella di Punta Penna mantiene la sua funzione di monitoraggio. Non più a vista, però, ma con i moderni sistemi radar, essendo inglobata nella Zona militare della Marina. Senza dimenticare il bel faro qui a Punta Penna come si legge in I fari che illuminano la Rete Ciclabile dei Trabocchi


(Foto di copertina: noivastesi.blogspot.com)

Non solo sulla costa

Il Torrone - Foto di Alessandro Ricci

Una curiosità. Tracce di torri di avvistamento, che siano in buone condizioni, visitabili o meno, si trovano anche all’interno. Un posto particolare è nei pressi di 1B Colline e Vigneti - Da Lanciano a Scerni  vicino a Scerni, in località Aragna. Come si legge sui cartelli informativi realizzati a cura dell’attuale proprietario: “Vi trovate nel sito dell’antico paese scomparso di Aragna. Queste terre furono donate attorno all’anno 1000 dai principi Longobardi ai monaci cistercensi di Santa Maria di Tremiti. Qui essi stabilirono il loro centro amministrativo (Grangia, da cui Ragna) e costruirono una badia. È ancora in parte visibile la robusta torre “Il Torrone”. Aragna fu distrutta dai Turchi nel 1566. I monaci nel 1720 vendettero il loro feudo al marchese D’Avalos”. La struttura è privata - ospita un’azienda agricola - ma passando di qui il gestore sarà felice di far dare un’occhiata e condividere la vista dalla torre (Alessandro Di Virgilio, tel. 3298425056). Su Google maps il posto si trova come Il Torrone Educazione attiva, su Colle delle Piane, in un'area che insisteva sul Tratturo di passaggio su Scerni.

 

Trova in zona

Borghi

Borghi

Borghi

6.56 km

Fontana delle 5 cannelle
Fossacesia

Borghi

6.59 km

Paglieta
Paglieta

Borghi

Borghi

Borghi

Borghi

11.69 km

treglio
Treglio

Borghi

12.55 km

Scerni
Scerni

Borghi

12.87 km

Lanciano
Lanciano

Borghi

Borghi

16.01 km

Arielli ph Abruzzo web
Arielli

Borghi

Borghi

16.01 km

Furci Abruzzo web
Furci

Borghi

Borghi

Borghi

16.01 km

San Buono Abruzzo Web
San Buono

Borghi

Borghi

7 Fiume Sangro MARE - MONTI

9 Valle del Sinello MARE - MONTI

8 Stazione Fs Casalbordino/Pollutri - Scerni MARE - MONTI

6 Crinale Frentano MARE - MONTI

1C Colline e Vigneti MONTI - MARE

1B Colline e Vigneti NORD - SUD

5 Torrente Feltrino MARE - MONTI

10 Torrente Lebba

1A Colline e Vigneti MONTI-MARE

1B Colline e Vigneti SUD - NORD

3 Via dei Mulini MONTI - MARE

4 Cammino di San Tommaso MARE - MONTI

4 Cammino di San Tommaso MONTI - MARE

5 Torrente Feltrino MONTI - MARE

6 Crinale Frentano MONTI - MARE

6B Marina di Fossacesia - Rocca San Giovanni MARE - MONTI

6B Rocca San Giovanni - Marina di Fossacesia MONTI - MARE

7 Fiume Sangro MONTI - MARE

7B Cimitero Inglese - Punta le Morge MONTI - MARE

7B Punta Le Morge - Cimitero Inglese MARE - MONTI

OUTDOOR

barca a vela
BARCA A VELA

Da 480€

 

Arte e Cultura

Sport e Turismo Attivo

ESCURSIONE IN E-BIKE
CICLO RACCONTO

Da € 25.00€

 

Bike

Enogastronomia

MARE E NATURA

Bike

Via Verde
GIROROSA IN BICI

Da 35,00€

 

Sport e Turismo Attivo

 

Lanciano
LANCIANO INEDITA

Da 50 € €

 

 

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Dello stesso tema